dolore alle gambe

Il dolore alle gambe

Cause del dolore alle gambe

La gamba è una parte anatomica del corpo caratterizzata dalla lunghezza delle ossa che ne costituiscono la parte di sostegno, principalmente femore e tibia anche se altre ossa vanno a comporla, ad esempio la rotula nel ginocchio e la fibula o perone che collega il ginocchio alla caviglia, posteriormente alla tibia. Parlare di dolore alle gambe è un po’ generico siccome la gamba inizia dall’anca e termina alla caviglia, quindi quando parliamo di questo problema ci si riferisce al dolore a qualsiasi livello mentre a seconda della localizzazione le cause possono essere diverse. Possiamo suddividere le cause del dolore alle gambe in tre filoni:

  • Problemi vascolari
  • problemi muscolo scheletrici
  • problemi di origine nervosa

In ogni caso il dolore alle gambe rappresenta un problema di una certa consistenza soggettiva in quanto a prescindere dalla causa può essere limitativo delle attività quotidiane, della deambulazione e anche più gravemente invalidante per rendere impossibile la deambulazione, quindi il livello di autosufficienza della persona.

Spesso il problema di dolore alle gambe si presenta in persone un po’ avanti con gli anni ma si presenta anche in una certa percentuale di casi in persone giovani e persino in bambini. Tra le cause più frequenti del dolore alle gambe ci sono problemi di artrosi, l’insufficienza venosa, la trombosi e la flebite ma anche cause che vanno ascritte a patologie nervose come l’ernia del disco, la stenosi del canale vertebrale e le neuropatie periferiche. Si comprende, quindi, che la molteplicità delle cause possibili delle quali quelle appena riferite sono solo una parte, richiede da parte del medico un impegno per comprendere intanto di quale genere di patologia si può trattare e poi la prescrizione di analisi ed esami atti a determinare con precisione la causa per poter procedere con la cura più adeguata.

Cause osteoarticolari

L’artrosi è la causa principale del dolore alla gamba, dovuta all’usura della cartilagine delle articolazioni, quindi soprattutto presente in soggetti ultra 50enni; le donne lamentano più frequentemente l’artrosi del ginocchio, nell’uomo si localizza di più all’anca, la coxartrosi. Può assumere anche un’intensità di dolore tale da limitare anche pesantemente le capacità delle persone, limitando la possibilità di fare le scale, camminare, un dolore che si aggrava con l’attività ma talvolta può essere presente anche a riposo. Spesso il dolore è dovuto ad infiammazione dei tendini, soprattutto della caviglia e del ginocchio a anche frequentemente si infiammano le borse delle articolazioni, generando una borsite che provoca riversamento di liquido nell’articolazione, gonfiore, rossore, dolore.

Cause circolatorie

L’insufficienza venosa, prevalente nelle donne, è dovuta a difetti valvolari delle vene che impediscono il corretto riflusso del sangue che tende quindi a ristagnare verso il basso, infiammando i tessuti e provocando gonfiori, soprattutto al piede e alla caviglia, che tendono  a regredire tenendo la gamba sollevata e a riposo. Questa situazione provoca dolore alle gambe ma soprattutto nella porzione più bassa. Nelle persone anziane le placche aterosclerotiche alle arterie riducono il flusso arterioso, provocando un patimento dei tessuti che si trovano con una carenza di ossigeno e conseguente dolore, questa è la cosiddetta Claudicatio intermittens.

I muscoli possono provocare dolore alle gambe, attraverso contratture dolorose o crampi, ovvero spasmi muscolari parecchio dolorosi sebbene assolutamente transitori. I crampi e le contratture muscolari possono facilmente avere origine da squilibri di minerali nel sangue e dalla disidratazione. Le affezioni nervose, soprattutto quella dell’ernia del disco, provocano dolori alle gambe ma si deve una responsabilità del dolore anche alle neuropatie periferiche, spesso presenti anche e soprattutto in soggetti diabetici, e alla stenosi del canale vertebrale, un restringimento del lume vertebrale che costringe i nervi che vi transitano, provocando dolore, formicolii, parestesie.

La cura del dolore alle gambe dee vedere prioritariamente la corretta diagnosi e la cura mirata alla causa, mentre si possono utilizzare generici antidolorifici per la cura sintomatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *