aromaterapia

L’aromaterapia: storia e benefici

Al giorno d’oggi sono sempre più utilizzate delle terapie per combattere ansia, depressione e stress, tre problemi molto comuni che affliggono circa il 90% delle persone di tutto il mondo. A causa dei ritmi frenetici a cui siamo sottoposti ogni giorno si possono creare purtroppo delle situazioni di stress dell’organismo che sfociano in disturbi mentali o comportamentali, che spaziano dal classico mal di testa allo stato di forte agitazione, causando situazioni spiacevoli, come ad esempio l’insonnia. Una di queste terapie che può aiutarci a migliorare il nostro stato di salute è l’aromaterapia, una tecnica che utilizza l’olfatto per ottenere dei fenici sia fisici che mentali. Lo scopo dell’aromaterapia consiste nel miglioramento dell’umore e quindi di risolvere anche in gran parte tutti i problemi legati ad ansia e depressione.

Le terapie che prevedono l’utlizzo di aromi e diffusori influiscono positivamente nell’organismo della maggior parte delle persone che si vogliono dedicare a questa terapia. Si pensa che l’aromaterapia fu inventata dagli antichi Sumeri, ma certamente si è diffusa maggiormente in Europa solo negli ultimi 200 anni, in tempi dunque relativamente moderni.

Oli essenziali per aromaterapia

Per fare aromaterapia occorre utilizzare principalmente gli oli essenziali. Essi si possono trovare in commercio nei negozi specializzati per prodotti per la casa o su internet. Gli oli essenziali sono costituiti da piccole particelle che rilasciano profumi e aromi particolari nell’aria. Grazie ai diffusori sarà possibile ricavare il massimo dell’aroma dagli oli che vengono riscaldati e vaporizzati nell’aria. Le particelle rilasciate dagli oli non solo verranno inalate dal nostro naso, ma anche assorbite in parte dai pori della nostra pelle.

Queste particelle producono una serie di reazioni positive del nostro corpo che inducono ad un forte stato di benessere fisico e psicologico. L’aromaterapia prevede l’utilizzo di diversi oli e aromi diversi, ciascuno che agisce su un disturbo specifico: l’olio di basilico è indicato per chi ha problemi di emicrania o si concentra poco, l’olio al pepe nero allevia i dolori muscolari, la camomilla rilassa, migliora la qualità del sonno e allevia lo stress, come anche l’olio di lavanda che ha benefici simili. Insomma ad ogni olio essenziale è legata una soluzione ad un tipo di problema fisico e psicologico.

Come si fa l’aromaterapia

Per fare l’aromaterapia occorre diluire l’olio essenziale in proporzione 1:25 con acqua, olio o crema, data l’alta concentrazione di aroma. Il prodotto finale con l’olio essenziale diluito può essere applicato direttamente sulla pelle oppure inalato. Ovviamente ogni tipo di terapia e olio ha le sue specifiche per l’applicazione, e le dosi consigliate variano di tipo in tipo. Per l’aromaterapia è consigliato l’utilizzo dei diffusori per ambiente, che riscaldano il prodotto e lo rilasciano lentamente nell’ambiente attraverso i vapori.

La scelta degli oli è anche molto importante e vi consigliamo di vedere tutte le indicazioni specifiche segnalate in ogni tipo di prodotto. Sarà poi a vostra discrezione utilizzare un olio rispetto ad un altro per risolvere uno specifico problema, dato che ad esempio ci sono tantissimi tipi di oli diversi per combattere le situazioni di ansia o stress.

Fonte: https://www.psicologo-online24.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *