orto

Orto: una soluzione per stare bene

Attività all’aperto, mangiare cibi sani e genuini, abbassare il tuo impatto sull’ambiente, sono solo alcuni dei risultati che otterrai se deciderai di dar vita a un orto in casa. Soddisfazione, stupore, pazienza invece sono solo alcune delle fasi che affronterai nella tua avventura. Premetto che avere un orto non è semplice, bisogna seguirlo, mantenerlo e starci attenti. Qui di seguito alcuni consigli da seguire per realizzare un orto in casa.

DA DOVE INIZIARE NELLA REALIZZAZIONE DELL’ORTO

Ci sono alcune condizioni che bisogna rispettare per avere un orto in casa: presenza di sole, acqua e terreno o terriccio.

Il sole è fondamentale per far partire il tuo progetto, in base a dove sarà la luce diretta si deciderà dove, quando e cosa coltivare. Il tuo orto va posizionato in uno spazio con umidità ed è consigliato annaffiare con periodicità e con poca acqua. Per ultimo ma non meno importante il terreno che sceglierai dovrà essere fertile, aggiungendo se serve del concime, se non si dispone di un terreno apposito si può optare per l’uso di contenitori.

COSA PIANTARE: COSA, QUANDO E PERCHÈ

A gennaio potrai procede con la semina di aglio bianco, fave e piselli. Questi si possono coltivare all’aperto, se invece si dispone anche di una piccola serra potrai valutare anche di coltivare melanzane, pomodori, peperoni e lattuga.

Con gli ortaggi si procede in febbraio. Sedano, bietole, spinaci, carote, piselli e anche piante aromatiche sono consigliate in questo mese, in oltre è vivamente consigliato seguire le fasi lunari per la semina.

Marzo non ha sempre un clima stabile, quini andrà capito sul momento cosa piantare, puoi optare per barbabietole da orto, cipolle, ravanelli o prezzemolo.

Per aprile si possono coltivare carciofi, cardi, cicorie, scarole, fagioli, meloni o angurie.

A maggio le temperature inizieranno ad aumentare quindi come prima cosa è consigliato innaffiare nelle prime ore del mattino o subito dopo il tramonto.

Per giugno invece è consigliata un controllo delle tue piante più mirato perché potrebbero essere infette da malattie fungine.

Cosa piantare nei mesi più caldi? Basilico, cavolfiori, finocchi, rape, valeriana e zucchine. Ricorda di innaffiare regolarmente e continuare a controllare le tue piante da possibili infezioni.

Successivamente con l’arrivo dei mesi più freddi è sempre più difficile capire cosa seminare e cosa no, puoi farti aiutare da un contadino per capire in base al clima quali strade intraprendere.

COSA PIANTARE: SEMI O PIANTINE

Se sei già esperto puoi optare di iniziare direttamente dai semi, essi comportano maggiore difficoltà e più possibilità di parassiti per in compenso potrai osservare il ciclo completo della pianta, avere una maggiore varietà e un risparmio economico. Se invece sei alle prime armi è consigliato partire direttamente dalle piantine, avrai un costo maggiore e una varietà minore ma avrai la certezza che saranno più resistente.

IL TUO ORTO: ALCUNI ACCORGIMENTI

Tenere una giusta distanza tra le piante le aiuterà a crescere meglio, hanno bisogno del loro spazio. Le distanze variano in base al tipo di piantina che scegli di prendere, ad esempio per le zucchine è consigliato lasciare una distanza di almeno 60 centimetri e di 50 centimetri per i pomodori.

Il terreno ha un ruolo importante. Cavoli e fagioli sono consigliati in terreni argillosi, piante aromatiche e insalate in terreni umidi e ricchi di potassio e fosforo. Affidati sempre a un professionista se stai pensando di ricavare un orto dal tuo giardino di casa ti seguirà passo a passo nella sua realizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *